Bioimpedenziometria

La bioimpedenziometria è una metodica utilizzata per  determinare la composizione corporea (massa grassa, massa magra, acqua totale).
L'impedenziometria misura la resistenza elettrica del corpo ("bioimpedenza" o "bioresistenza") al passaggio di una corrente elettrica a bassa potenza e alta frequenza (50 kHz).
Le apparecchiature utilizzate possono essere di vario tipo, ma non tutte presentano il medesimo grado di precisione. Le comuni bilance o maniglie per impedenzometria hanno scarso grado di attendibilità. Un'apparecchiatura professionale ( come quella presente nel nostro centro ) è invece costituita da 4 elettrodi, da applicare, rispettivamente, sul dorso delle mani e sul dorso dei piedi; ad essi vengono collegati dei fili conduttori, attraverso cui viene fatta circolare la corrente, che, attraversando le strutture corporee, subirà un calo della sua intensità dovuta all'impedenza associata alle strutture corporee; il segnale risultante (ovvero la risposta in termini di intensità elettrica) viene trasmesso ad un apparecchio trasduttore, che raccoglie i dati traducendoli in misure corporee. Ad esempio, l'urina presenta una bassa impedenza elettrica, pari a 30 Ω/cm² (essendo ricca di elementi chimici disciolti); mentre il grasso corporeo, con 2500 Ω/cm², oppone un'elevata resistività elettrica.
Attraverso le misurazioni effettuate dalle apparecchiature, è possibile ottenere vari parametri:

  • Acqua corporea totale (TBW - total body water)
  • Acqua extracellulare (ECW - extra cell water)
  • Acqua intracellulare (ICW - intra cell water)
  • Massa cellulare (BCM - body cell mass)
  • Massa magra (FFM - fat free mass)
  • Massa grassa (FM - fat mass)
  • Massa muscolare (MM - muscle mass)
  • Metabolismo basale correlato alla massa cellulare